Perchè coltivare il tartufo

Il vantaggio della coltivazione del tartufo è dovuto al fatto che cresce bene anche in terreni ritenuti poco produttivi per le culture tradizionali, quali terreni in pendenza, sassosi o marginali.

I fattori più importanti oltre il terreno, sono il clima e naturalmente la  giusta scelta della pianta simbionti (piante boschiva e tipica della macchia mediterranea), risultante da una specifica analisi chimica del terreno.

La coltivazione del tartufo è possibile nella quasi totalità del territorio nazionale, tanto che si fa prima a dire dove non cresce; infatti, quando abbiamo tolto le spiagge, le rarissime zone paludose, le aride cime dei monti, e le zone al di sopra dei 1000 mt. possiamo coltivarlo dappertutto.

L’oro nero, così anche chiamato il tartufo, a motivo del suo elevato valore gastronomico ed economico che non ha uguali in agricoltura, è sempre più richiesto, non solo sul mercato interno, ma anche in tutto il mondo.

L’italiano, come tartufo bianco d’Alba, di tartufo nero di Norcia, il tartufo nero di Acqualagna, e loro sottospecie sono i più apprezzati in assoluto.

I motivi per cui a prendere in seria considerazione la possibilità di un investimento non mancano.

Introduzioni alla specie

Il Tartufo è un fungo ipogeo (che vive sotto terra) a forma di tubero, che vive in simbiosi con le radici di alcune piante, quali, per esempio, la quercia, il tiglio, il nocciolo, il carpino e il pioppo.

Ha una massa carnosa detta “gleba”, rivestita da una sorta di corteccia chiamata “peridio”. È costituito in alta percentuale da acqua, fibre e sali minerali, sostanze organiche fornite dall’albero con cui vive in simbiosi.

La forma dipende dalle caratteristiche del terreno in cui si sviluppa: un terreno morbido favorirà la crescita di un tartufo a forma sferica, mentre un terreno duro, pietroso e con molte radici, ne favorirà una forma bitorzoluta.

Ambiente di coltivazione e tipologie d’impianto

AMBIENTE DI COLTIVAZIONE

Per coltivare il tartufo è fondamentale effettuare giuste scelte di natura tecnica e agronomica quindi:

  • fare ricerche e analisi agronomiche degli aspetti chimico fisici del terreno;
  • utilizzare piante e ben micorizzate e certificate da enti accreditati e riconosciuti;
  • scegliere la specie di piante  di tartufo più idonee in riferimento all’ambiente in cui si vogliono mettere a dimora;
  • corrette pratiche culturali attraverso le quali poter ottenere ottime produzioni degli anni.

Normalmente, la densità prevista è di circa 500 piante per ettaro di terreno.

Tutti i tartufi in generale prediligono terreni con molto calcare, quindi è molto importante che il tipo di terreno ove si vuole effettuare l’impianto abbia un pH compreso tra 7 e 8, una buona presenza di calcare con reazione alcalina, bene a reato e privo di ristagni idrici.

TIPOLOGIE D’IMPIANTO

Coltivare tartufi presuppone la creazione di una tartufaia realizzata su un terreno adatto, che non presenti acidità eccessiva e che rispecchi da un punto di vista morfologico quello che è l’habitat privilegiato da questo tubero. La buona notizia è che non necessariamente il terreno deve essere pianeggiante, rendendo quindi adattabili appezzamenti non diversamente sfruttabili con altre colture.

Con una certa approssimazione, naturalmente in relazione alla natura del terreno, possiamo dire che coltivare tartufi sia fattibile in tutta Italia, da Nord a Sud.

Redditività

Se una delle regole principali per fare business è operare in un settore dove la domanda sia superiore all’offerta, allora siamo nel posto giusto.

Il tartufo è un prodotto che vanta una forte richiesta sia nel mercato interno che a livello internazionale; la coltivazione di questo prodotto è in grado di garantire un reddito per un gran numero di anni (almeno 40).

Contrattualmente garantiamo l’acquisto del prodotto per commercializzarlo attraverso i nostri canali.

Il nostro metodo

Sopralluogo e analisi del terreno

Relazione tecnica in base ai dati

Scelta coltivazione ad alto reddito

Assistenza alla vendita

Vuoi intraprendere anche tu la coltivazione del tartufo?
Contattaci subito!

Vuoi guadagnare con la tua terra? Possiedi un terreno e non sai come farlo rendere? Stai cercando un investimento per il tuo futuro?

Se hai risposto di SI a queste domande CULTIVARBIO è quello che fa per te!

Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!