Perché coltivare il nocciolo

Si tratta di una coltivazione semplice che non richiede molto tempo.

Il terreno si prepara con uno ‘scasso’ profondo tra luglio e agosto; a novembre si mettono a dimora le piantine, mentre per la potatura primaverile si comincia dal terzo anno.  

I noccioli danno frutto dal 4°/5° anno ma è solo dopo 6/7 anni che la produzione entra nel pieno e continua inalterata per 40 anni, con un’ottima resa economica.

L’Italia è il secondo produttore mondiale e vanta un prodotto dall’alto profilo qualitativo, anche per una vocazione territoriale.

La domanda mondiale è in crescita e quindi questo settore rappresenta un’opportunità di reddito.

Come si coltiva e l’impianto

COME SI COLTIVA

​Il nocciolo è una pianta diffusa in tutta italia, dalla pianura fino a 1300 mt d’altitudine e il nostro paese ne è uno dei principali produttori mondiali.

Il nocciolo comune coltivato in italia presenta un gran numero di varietà, alcune delle quali sono degli ibridi.

Si tratta di una pianta rustica che richiede terreni acidi, ben ventilati e ricchi di sostanze organiche, con una buona capacità idrica.

Non ha particolari problemi di adattabilità. Le zone ideali sono quelle collinari ma grazie alle nuove tecniche di impianto dà un’ottima resa anche in pianura, dove è più facile l’irrigazione e la meccanizzazione, soprattutto per la raccolta, con notevole abbattimento dei costi di produzione. ​

IMPIANTO

Prima di effettuare l’impianto del noccioleto è importante eseguire un’analisi chimico-fisica del terreno.

La messa a dimora avviene nel periodo invernale e si utilizzano normalmente piantine di 1-2-anni, a radice nuda, dotate di un apparato radicale ben sviluppato, mentre l’altezza della pianta non è importante.

Un grande vantaggio di questa coltivazione è che un ettaro di terreno richiede meno di un mese di lavoro, lasciando tempo per altre attività.

Redditività

Dipende dalla varietà, dal tipo di impianto, di terreno e dalla possibilità di irrigare.  In genere si producono tra i 20 e i 30 quintali per ettaro.

Il rientro dall’investimento avviene al secondo raccolto.

Contrattualmente garantiamo l’acquisto del prodotto per commercializzarlo attraverso i nostri canali.

Il nostro metodo

Sopralluogo e analisi del terreno

Relazione tecnica in base ai dati

Scelta coltivazione ad alto reddito

Assistenza alla vendita

Vuoi intraprendere anche tu la coltivazione del nocciolo?
Contattaci subito!

Vuoi guadagnare con la tua terra? Possiedi un terreno e non sai come farlo rendere? Stai cercando un investimento per il tuo futuro?

Se hai risposto di SI a queste domande CULTIVARBIO è quello che fa per te!

Contattaci senza impegno e ti aiuteremo!